Advertisement

Lo stile shabby chic è senz’altro quello più adatto per arredare il bagno. Infatti i toni dei colori, tenui e col retrogusto provenzale, danno il senso di pulito e sembrano trasmettere odore di lavanda e sapone di Marsiglia. Per questi motivi molti lo scelgono e risulta sicuramente uno dei più adatti per arredare la stanza da bagno.

Ma vediamo quali sono le idee, semplici e facili da realizzare, per far diventare il nostro bagno in stile shabby chic.

Parete con effetto di mattoni a vista
Rivestire la parete con piastrelle di vetro ceramica o finti mattoni è una delle delle ossessioni di arredamento secondo lo stile shabby. In ognuno dei casi il colore deve essere assolutamente il bianco. L’effetto “muratura a vista” darà una piacevole sensazione da casa di campagna, regalando al vostro bagno un’allure country chic che ben si sposa con lo stile shabby.

Mobili in legno bianco
La quintessenza dello stile shabby chic è il legno sbiancato o dipinto di bianco dei mobili, in primis quelli per il bagno. Se volete un effetto delabré che sa di vissuto, scegliete la tecnica dello sbiancamento per avere un risultato squisitamente vintage. Ma anche un mobile con lavello in legno di mango dipinto di bianco gesso sarà incantevole. Il top in pietra naturale completerà il pacchetto, garantendo un livello di raffinatezza davvero elevato.

Mix di accessori e oggetti
In un bagno dall’anima shabby chic Marie Kondo non dovrebbe mai metterci piede altrimenti le girerebbe la testa dal livello di caos contro cui ogni giorno si batte. Eppure la caoticità è una delle cifre stilistiche dello shabby style, intesa nella sua versione più glam. Accatastate oggetti, accessori, bottigliette di profumi e cornici su una mensolina; distribuite vasi, portaoggetti e ceste sul pavimento; decorate il bordo della vasca con spugne naturali, saponette variopinte e conchiglie. L’effetto shabby bohémien è assicurato, con buona pace della Kondo…

Verde in bagno
Un bagno shabby che si rispetti ha un arredamento ossigenato dalle piante, ossigenato quindi sia dentro sia fuor di metafora. Oltre a essere ottimale come ambiente per il benessere di una pianta (complice l’umidità che caratterizza questo interno), il bagno è anche esteticamente perfetto per diventare un angolo green. Posizionate un paio di vasi rigogliosi, qualche mazzolino di fiori di campo da infilare in un vasetto e un paio di steli da immergere nell’acqua in un’ampolla di vetro trasparente: assieme all’ossigeno respirerete raffinatezza pura!

Organizzazione sì ma in stile shabby
Un bagno deve essere sempre pratico, anche quando la materia da modellare è quella dello shabby decor. Tuttavia per renderlo funzionale senza scivolare in errori di stile è bene farsi aiutare da qualche escamotage. Tra quelli che meglio si adattano all’estetica di questo gusto, c’è la scala di legno naturale. Perfetta per appoggiarci sopra cestini in fili metallici color rame che daranno quel tocco di minimalismo dal retrogusto scandinavo senza interferire con la resa di sapore shabby. Il risultato fusion sarà delizioso, originale e garantirà una buona organizzazione degli spazi, con conseguente ordine.

Stampe floreali
Uno dei capitoli più importanti dello stile shabby è quello che ha come protagonisti i quadretti con i fiori secchi o i disegni di varietà naturali presi dalle pagine di vecchi libri di botanica. Tuttavia sappiamo bene come l’umidità tipica di questa stanza rovini la carta e le applicazioni di fiori secchi, quindi è bene non appendere queste chicche alle pareti umidicce del bagno. Però non bisogna per forza rinunciare al tocco glamour di petali e corolle, basta trovare un’idea alternativa che riesca a integrare nella toilette la bellezza dei fiori disegnati. Un esempio? La tenda per la vasca o per la doccia con stampe floreali che mimano il tratto del lapis.

Bicolore per un’eleganza assicurata
Un bagno shabby non ama i caleidoscopi cromatici ma preferisce il total color oppure il bicolore. Quest’ultimo è il più gradevole alla vista e dunque rende l’interior ancora più rilassante. Tra le accoppiate di nuance preferite dal codice shabby, una menzione d’onore spetta al bianco sporco unito al grigio. Questa alternanza cromatica donerà un aspetto raffinato al bagno senza esagerazioni né in direzione shabby né in quella classica: il bianco white-off, magari un po’ rovinato per un effetto ancora più rétro, verrà perfettamente bilanciato dall’algida eleganza del grigio.

Fonte: Grazia.it

Loading...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here