Advertisement

Le cucine classiche Arredo 3 propongono soluzioni molteplici, che vanno dallo stile rustico a quello provenzale, passando anche per lo stile coloniale, tendenze queste che possono essere considerate “sorelle” dello shabby. Ti abbiamo mostrato moltissime aziende che realizzano cucine di questo tipo, prima fra tutte, la Minacciolo (in fondo alla pagina ti rimandiamo all’articolo, che contiene tutte le cucine più belle di Minacciolo). Seguendo questo filone, oggi vogliamo mostrarti le cucine classiche di Arredo 3, davvero molto particolari…

“Arredo3 aderisce al CARB P2, la normativa che limita le emissioni di formaldeide a valori inferiori rispetto a quelli già imposti dall’Europa. Tutte le nostre strutture sono costruite con pannelli conformi al CARB P2 perché la tua #cucina non sia solo bella, ma anche sicura”, un’ottima presentazione e un grande vanto dell’azienda, che non solo realizza cucine esteticamente incantevoli, ma ha puntato anche alla qualità made in Italy, che oggi sta diventando una vera rarità.

Scopri la storia dell’azienda e la qualità dei mobili Arredo 3

L’azienda nasce nel 1984, quando Maradona esordisce nel Napoli e la Apple commercializza il suo primo Mac: a Resana, nella campagna trevigiana, in un piccolo laboratorio artigianale, Ivano, Aldo e Franco (forti della loro esperienza nella produzione di cucine) realizzano il primo modello di cucina, la Serie 70. Questa la forza delle cucine classiche Arredo 3. L’anno scorso, nel 2014, l’azienda ha festeggiato trent’anni di produttività, basati sul lavoro di dipendenti, che sono cresciuti con essa, tanto che la maggior parte di loro sono stati affiancati in ruoli manageriali di grande impegno.

Nella gallery in alto ti abbiamo mostrato tutti i modelli disponibili, la maggior parte dei quali non possono essere definiti shabby, ma di sicuro attireranno lo sguardo di te, che ne sei fan. Abbiamo voluto puntare l’attenzione, in particolare, su alcuni modelli, che vengono così descritti dall’azienda:

  • Cucine Viktoria: “Un ambiente cucina e living che fonde la ricchezza dei decori con la perfetta funzionalità. Il nome dell’antica dea della vittoria per una moderna concezione degli spazi, che unisce le forme classiche dell’ebanisteria alla progettazione funzionale di oggi: la cucina classica VIKTORIA è il palcoscenico su cui va in scena l’eleganza che ha come protagonisti il frassino laccato anticato, il fascino senza tempo delle forme neoclassiche e le preziosità dello stile Impero”.
  • Cucine Gioiosa: “La cucina GIOIOSA mette d’accordo gli amanti delle cucine classiche e i gusti più moderni. Il legno di frassino viene proposto in una versione più tradizionale, dalla finitura legno tinto miele, moro e castagno, e in una sorprendente veste contemporanea con il legno laccato nei colori bianco, avorio, rosso, celeste e giallo”.
  • Cucine Verona: “La città dell’amore presta il suo nome a una cucina tradizionale che sposa la classicità senza alcun compromesso. Tutto il calore dell’ambiente familiare in una cucina classica realizzata in legno massello, nella versione noce tinto e nel laccato decapé disponibile nei colori avorio e bianco”.
  • Cucine Virgiani: “La qualità e la solidità del legno massello per cucine tradizionali in grado di creare uno spazio accogliente e funzionale rendendo gli ambienti più eleganti. Le ante sono disponibili in massello di legno di ciliegio e in massello di legno di frassino laccato avorio, con pannello interno liscio o in vetro satinato”.

Che tipo di legno usano per realizzare questi angoli cottura?

Le cucine dell’azienda italiana sono un vanto e un pregio per l’artigiano Made in Italy, riflesso di quella cultura del sacrificio e della determinazione, che scorre nel nostro sangue. Ognuno di questi modelli è realizzata o in legno massello o in frassino: ti trovi di fronte a prodotti prestigiosi, di qualità e incredibilmente incantevoli. Tra tutte le aziende, che abbiamo avuto la fortuna di conoscere, Arredo 3 ci è entrata nel cuore.

Loading...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here