Advertisement

Ci avete scritto in tante per sapere come fare la neve finta. Perché con il sopraggiungere della festività natalizia, la febbre delle decorazioni, soprattutto quelle fai-da-te, sale vertiginosamente. Si vuole stupire, meravigliare ma senza spendere un capitale. 

Ovviamente se hai poco tempo a disposizione la trovi anche on line. Basta inserire sui motori di ricerca la chiave “neve finta” per trovare prodotti molto interessanti, come la neve che si espande e che ci pare la più efficace; o quella iridescente che non è niente male. E’ molto scenografica.

Ma come si può fare la neve finta?

Vogliamo suggerirti quattro procedimenti diversi, ma caratterizzati da un unico comune denominatore: facilità, economicità e tempi di preparazione minimi.

  1. Inumidisci 10 fazzoletti di carta, meglio quelli formati da due o più veli. Falli a pezzi e mettili nel frullatore. Una volta che la carta è stata ridotta in stralci, aggiungici il bicarbonato e mischia il tutto con acqua e colla vinilica. Senza mai esagerare: la quantità della colla deve essere sempre la meta dell’acqua.
  2. Prendi un sapone non eccessivamente profumato, magari all’essenza di agrumi o vaniglia, grattugialo scegliendo la parte dei fori più larga. In alternativa lo puoi anche frullare con acqua calda, senza però mai arrivare alla consistenza di una purea. Poi raccogli la tua neve in ciuffi e cospargila su ghirlande, pigne, rami dell’albero… alla fantasia limite non c’è!

  1. Frulla i pezzi di polistirolo, sminuzzandoli con cura. Li devi però ridurre ad una grana non troppo sottile. Con l’aiuto della colla vinilica, potrai decorare l’esterno degli addobbi natalizi: come le sfere, le pigne, o anche lo stesso presepe.
  2. Procurati il poliacrilato di sodio. Lo puoi trovare anche all’interno dei pannolini dei bebè o nei negozi di giardinaggio: è una sostanza che assorbe l’umidità. In un secchio mettici un paio di cucchiai di poliacrilato, poi aggiungi l’acqua un po alla volta, mescolando continuamente. Più ne aggiungi, più il poliacrilato accresce, dando così l’effetto di ciuffi di neve.
    1. Queste ultime due soluzioni sono esclusivamente decorative, adatte per innevare singoli elementi, come ad esempio i pupazzi di Natale, i centrotavola, l’interno di vasi accessoriati con sfere e pigne…

      Quanto tempo dura l’effetto innevato sugli addobbi?

      Tutto il tempo necessario e anche di più, perché per la neve artificiale scadenza non c’è. E per stupire ancora di più potresti imparare come creare un effetto ghiacciato.

      Loading...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here