Advertisement

Oggi vi facciamo entrare in casa di Manola, una nostra affezionata fan. Lei ha un carattere molto esuberante e deciso, ci ha raccontato molto della sua casa e delle scelte di arredo che ha realizzato. Partiamo proprio dalla cucina e finiamo con il tavolo esposto fuori al terrazzo, che è un pezzo a cui tiene tantissimo, molto rappresentativo della sua casa. Ora è il momento di vedere ogni angolo della sua abitazione:

1)Ciao, presentati alle fan di Arredamento Shabby
Buona serata a tutte le fan di arredamento Shabby,mi chiamo Manola Ginocchi ,sono toscana vivo in Versilia,il mio hobby è il ricamo.

2) Puoi raccontarci cosa intendi per stile shabby e come lo hai adattato alla tua casa?
Lo stile shabby, secondo me, credo sia ridare un’opportunità di vita a vecchi mobili. La mia passione Shabby è nata ancora prima che io conoscessi questo stile e vi racconto come: mio marito volle acquistare una casa in lunigiana (non è quella in foto), io non accettavo l’idea pensando ai mobili talmente cupi di quella casa e l’impossibilità al momento di acquistarne di nuovi; quindi essendo amante dei colori chiari, mi armai di tintura, pennelli e tanta pazienza; facendo così da una stamberga una reggia.

3) Qual è il dettaglio o l’ambiente della casa che rapprensenta meglio lo shabby chic?
Nella casa dove vivo vi sembrerà strano ma trovo molto shabby un tavolo risistemato ultimamente forse perché è stile francese origine dello stile shabby.

4)A cosa ti sei ispirata per arredare la tua casa? Ed è poi tutta farina del tuo sacco o ti sei fatta aiutare da architetti?
Acquisto riviste, ho sempre fatto tutto da sola, la fantasia non mi manca.

 

5)Per la tua casa hai recuperato solo mobili ‘vecchi’ oppure li hai comprati? 
La mia casa togliendo la cucina ed il lettino bianco è stata arredata con mobili recuperati

6) Immagina di avere 1.000 euro a disposizione , cosa compreresti per rendere la tua casa ancora shabby?
Non comprerei più nulla va bene così ,non mi piacciono le case soffocate da Mobili ed oggetti.

7) Un oggetto, un arredo, un complemento che non può mancare in una casa shabby.
Un tavolo anche piccolo ma retrò.

8) Qual è la critica che ti hanno mosso più spesso vedendo la tua casa? e tu come hai risposto?
Non ho risposto perché mai nessuno, compreso falegnami, ha mai fatto critiche solo complimenti, apprezzamenti lusinghieri. Mi ritengo fortunata perché riesco a realizzare ciò che mi salta in mente. Naturalmente con modestia.

10) Siamo giunti alla fine, saluta tutte le shabbyne, ma prima dai un voto alla tua casa
Saluto tutte le Shabbine buona notte abbiamo fatto tardi. Il voto che darei alla mia dimora è 7. Sinceramente tutti indistintamente poveri o ricchi, che hanno visto la mia casa sono rimasti sorpresi ed hanno molto apprezzato il mio sapere fare.

Questo è il bagno con un tocco shabby negli accessori.

Un’altra angolatura del bagno.

La camera da letto.

Il baldacchino illuminato sul letto.

Il camino finto in camera da letto.

Il tavolo da pranzo di cui parlava Manola nell’intervista.

Ecco un’altra angolatura.

Loading...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here