Advertisement

Chi decide di arredare la propria casa in stile shabby ama il fai-da-te, il recupero creativo, infondere agli arredi un aspetto vissuto e romantico, oltre che estremamente personale. Ecco perché diventa di fondamentale importanza scegliere non solo attentamente dove collocare i punti luce, ma anche quale modello scegliere. E illuminazionedepoca.com è il posto che fa per te.

La scelta è vasta e variegata. Se opti per i lampadari shabby chic vai sul sicuro perché arredano e arricchiscono ogni ambiente della casa: puoi sceglierli da soffitto sia con i classici paralumi se ami lo shabby pulito e senza fronzoli, sia il modello chandelier se hai intenzione di arredare una stanza di rappresentanza, come il salone o la zona living. Nei toni pastello che in nuance più scure e di tendenza, come il tortora/marrone o il grigio nelle sue mille sfumature.

Le lampade shabby chic sono, invece, adatte per ambienti più soft ed eleganti come lo studio, la camera da letto e la sala, sopratutto se c’è una zona relax: puoi scegliere tra lampade da terra con supporto quadrato o rettangolare o quelle con piedistallo, se adori uno stile più retrò. E poi ci sono le piantane shabby: in commercio esistono sia quelle dritte o curvate con paralume o senza, in tessuto liscio o lavorato, nelle tonalità più di tendenza, total white, grigio chiaro, tortora o avorio.

Le applique shabby sono, invece, l’ideale per chi ha poco spazio in casa, ma non vuole rinunciare allo stile di arredo che più si ama.  Il modello che noi consigliamo è quello da muro in ottone con finitura laccata bianca in stile shabby chic/provenzale. Grazie allo snodo è possibile orientare dove si vuole il fascio di luce. È adatta in ogni ambiente, anche nel bagno e nella cucina perché ha una linea minimal ed essenziale. Senza tralasciare l’effetto invecchiato che sa tanto di vissuto e di familiare.

LASCIA UN COMMENTO