Advertisement

I mobili shabby sono la scelta giusta se vuoi arredare con stile ogni stanza della tua casa. Naturalmente esistono diversi generi di complementi di arredo e in questo articolo vogliamo proportene tre.

Mobili bianchi: ecco come sceglierli

I mobili bianchi sono la tua passione? Segui allora i nostri consigli, sarai così in grado non solo di saper scegliere quelli giusti per la tua casa, ma anche dove metterli e cosa aggiungere per farli risaltare. Ma prima una piccola premessa: se adori il total white e i decori minimal o molto grezzi, basati essenzialmente sul legno, non sbagli di certo. Altrimenti stai attenta, ed ora ti spiego il perché.

In una casa è fondamentale sia il modello che il colore degli arredi anche perché tra i vari ambienti della casa è necessario che ci sia continuità, sempre che tu non voglia stupire, e allora ben vengano i contrasti, i vani totalmente diversi e i complementi di arredo solo apparentemente disarmonici. Ma se invece hai scelto uno stile omogeneo il discorso cambia, il tutto però è sempre direttamente proporzionale alla grandezza e a come hai diviso gli spazi.

Scopri come abbiamo arredato il corridoio

Di regola questo è uno degli ambienti della casa più sottovalutati, anche perché viene considerato di passaggio tra una stanza e l’altra, ma è sbagliatissimo, sopratutto se non è stretto e lungo e termina ad esempio con una finestra. Il nostro consiglio qual’è? Se la parete lo permette puoi pensare ad una piccola consolle bianca dalla linea pulita se decidi di abbinare lo specchio che aveva tua nonna nella sua camera. E meravigliose luci che sembrano cadere dal soffitto. Non sei brava a decapare? Te lo spieghiamo noi a fine articolo, intanto sogna:

Nella cucina invece noi consigliamo tra i mobili bianchi in primis la credenza, sopratutto se occupa un’intera parete ed è aperta. Se invece non ti piace o non hai troppo spazio, opta non solo per i pensili chiusi, ma anche per quelli con le vetrate ma con i pomelli piccoli e tondi. E’ bello mostrare il servizio di bicchieri che appartiene da anni alla tua famiglia. E poi puoi abbinare un tavolo di legno bianco con le sedie tono su tono e romantiche rose come centro tavola.

Nella zona living o nel salone oltre al divano bianco, pelle o tessuto è ininfluente, carina sarebbe l’idea di recuperare creativamente vecchie persiane ed usarle come decori accanto alle finestre o un piccolo sgabello dove collocare una vecchia radio; e che dire di occupare quell’angolo vuoto nello studio con una poltrona e un pouff rigorosamente bianca. Diventerà la tua zona relax: se poi ci aggiungi una lampada da terra e un caldo plaid avrai raggiunto la perfezione.

E quale como scegliere nella tua camera?

Noi consigliamo sempre quelli con i cassetti: non solo sono più belli da vedere, ma anche più funzionali. Non c’è mai troppo spazio per riporre biancheria e quant’altro. Sul modello sei libera nella scelta, ma noi suggeriamo quelli con intarsi e decori, fanno più shabby chic. Come pensili di colore bianco non dimenticarti, sempre se hai lo spazio, un bel baule ai piedi del letto o una toilette dove appoggiare i tuoi profumi preferiti. Sai che anche la toilette può essere decapata? No, e allora ecco come realizzare la tecnica del decape.

Arreda la tua cosa con i mobili in stile inglese

I mobili in stile inglese sono perfetti se ami gli arredi ed i complementi di arredo caldi ed accoglienti, se ami non le tinte unite ma le fantasie e se adori gli spazi non grandissimi ma di grande effetto. Ovviamente vivendo in città, per la maggior parte di voi, non è possibile vivere quotidianamente quelle atmosfere così british e così eleganti: anche perché le classiche case inglesi sono tutte indipendenti ed immerse nel verde.

Ma anche se non è possibile concretamente vivere in queste case meravigliose, è possibile però ricrearle attraverso gli arredi. In che modo? Se hai la pazienza di aspettare, a breve vedrai la nostra gallery, capirai ancor meglio quello che vogliamo dire. Lo stile inglese, anche se è molto diverso da quello italiano, ha un elemento in comune: è molto attento ai dettagli e all’artigianalità degli arredi e dei complementi, dei tendaggi e dei decori, della ceramica e dei dei sofà…

Come arredare il salone in stile british?

Il salone è forse l’ambiente della casa dove puoi sbizzarrirti come meglio credi per i mobili in stile inglese, ma non devi affatto dimenticarti del camino. Non importa quanto sia grande questo vano, quello che conta è avercene sempre uno, non puoi stare senza. Mi raccomando non deve essere finto, deve essere funzionante: nel caso in cui non fosse possibile a causa delle difficoltà logistiche legate alla canna fumaria, puoi optare per un termo camino. Ma all’esterno decoralo o con il marmo o con il gessolino.

Altro dettaglio impeccabile sono i tantissimi quadri alle pareti: più ne metti, meglio è. Perfetti sono anche i piatti da collezione e i quadretti senza cornice. E nell’appenderli alle pareti non bisogna seguire un senso logico, il disordine apparente affascina di più e distende chi viene a trovarti. Fondamentali sono anche le lampade, sia quelle da appoggio che da terra: per scegliere però il modello adatto basati sul paralume, deve essere a tinta unita e un po retro.

Ma non finisce qua: altro dettaglio fondamentale per gli arredi d’oltremanica sono i divani e le poltrone. Precisiamo meglio deve essere un solo divano e più poltrone. La presenza dei cuscini è facoltativa, è tutto un fatto di gusto. Ma se proprio non ti piacciono non sei obbligata: non sono questi che richiamano l’Inghilterra. E poi fiori, tanti fiori a volontà, sopratutto se scegli non i classici vasi, ma le brocche di ceramica o quelle smaltate.

Che tipo di arredo british non può mancare nello studio?

Il tappetto. Se ha le frange ed è sui toni del rosso anche meglio. Ma tutto dipende da come hai arredato l’intero vano e da quale pavimento hai scelto. Se il rivestimento è a tinta unita allora non hai nessun problema, puoi comprare il tappeto rosso; se invece è a fantasia allora potresti avere qualche problema. In ogni caso ho la soluzione che fa per te: spulcia tra lo  arredamento stile inglese e non te ne pentirai. Si cela quello che da troppo tempo cercavi.

Mobili francesi: scopri quelli che potresti avere anche a casa tua

 

I mobili francesi, che belli! Una volta acquistati e collocati nei più svariati angoli della casa la arrederanno in una maniera talmente unica e suggestiva, che non avrai più voglia di uscire. Sopratutto se la casa in questione è la tua. Quindi prendi ispirazione e lasciati cullare dall’arredamento francese. Sarà bellissimo abbinarli ad un arredo o ad un complemento di arredo tutto made in Italy. Le contaminazioni danno quel tocco in più, anche in fatto di arredamento.

In questo momento ti starai chiedendo, ma come capire se i mobili che mi piacciono e che voglio acquistare sono effettivamente francesi? La risposta non è difficile: te ne potrai accorgere dal colore, dalla lavorazione e dai decori. Ma andiamo per ordine, rispondendo ad una domanda per volta. Così eviterai di sbagliare e di comprare arredi e suppellettili che effettivamente nulla hanno in comune con ciò che avevi in mente. Ecco perché è importantissimo seguirci: avrai dei suggerimenti preziosi anche per gli armadi.

Le nuance degli arredi made in France

Iniziamo con il colore. Questi arredi hanno nuance delicate ma non sdolcinate: quindi è perfetto il color legno in tutte le sue sfumature, da quello chiaro a quello scuro, da quello venato a quello lucido; come perfetto è il grigio, ma in un tono molto sfumato ed il crema sopratutto per il tavolo e per le sedie. Potrebbero andare anche colori più particolari, come il dorato e l’argentato, ma sempre se l’ambiente lo permette: deve essere spoglio e molto grande, altrimenti crea un effetto barocco che proprio non ci piace.

E allora quali sono i mobili francesi che proprio non potresti lasciarti scappare? Innanzitutto una meravigliosa credenza da mettere o nella stanza di rappresentanza o nella sala da pranzo o accanto alla porta d’ingresso. Non importa che abbia le ante in legno massiccio o in vetro, non importa che sia tappezzata oppure no, non importa che abbia cassetti o che al contrario ne sia priva, quello che conta è che non abbia fronzoli e decori. Proprio non sono adatti a questo stile.

Immancabile invece è la toilette, da abbinare ad un meraviglioso pouff in camera da letto. Ricordati però deve avere lo specchio e un piccolo cassetto giusto al centro, altrimenti non rientra tra i pezzi di arredamento transalpini. E’ una brutta copia e tu tieniti alla larga; e poi come dimenticarsi della consolle? Starebbe benissimo anche nel tuo studio, sempre se ne hai uno. Ma deve essere molto luminoso, in caso contrario opta per il corridoio, in questo vano un posto lo trovi sempre.

Il camino francese più adatto alla tua casa

Partendo dalla considerazione che non tutti hanno lo spazio a sufficienza per poterlo avere, anche per la difficoltà della canna fumaria, il camino rimane uno degli elementi di arredo più belli che ci siano. Due sono i motivi: crea atmosfera e riscalda. Ma come deve essere? Molto vistoso e sui toni chiari, ma mi raccomando non troppo chiari. Il colore deve essere comunque deciso. Per quanto riguarda gli armadi, se ancora non sai quale scegliere, spulcia anche quelli che si ispirano allo shabby francese.

LASCIA UN COMMENTO