Advertisement

Luca Gulizia, uno dei fan della nostra pagina, ha deciso di mostrare a tutti voi come ha arredato casa. Ci ha spiegato in quali negozi si è recato, ma soprattutto ha tenuto a precisare che è tutta farina del suo sacco, quindi le foto che vedrete sono frutto del suo gusto e non dell’aiuto di un architetto. Luca ci ha rilasciato una breve intervista nella quale ci ha tolto molte curiosità, leggete 🙂

1) Ciao, Luca Gulizia presentati alle fan di Arredamento Shabby
Mi chiamo Luca Gulizia, vivo in una casa colonica di fine ‘800 nel parco del Conero. Faccio il parrucchiere nel mio salone ma, oltre ad essere pianista, le mie altre passioni sono l’arredamento, il bricolage e il giardinaggio.

2) Puoi raccontarci cosa intendi per stile shabby e come lo hai adattato alla tua casa?
Per me lo stile shabby è legato ad un ambiente romantico, a mobili senza tempo con colori chiari ad un ambiente ovattato dove ci si sente a casa, accogliente e rilassante. Non è stato difficile adattarlo alla mia casa, essendo una casa di campagna, dove tutto ha un filo conduttore

3) Qual è il dettaglio o l’ambiente della tua casa che rappresenta meglio lo shabby chic?
In realtà, da come si vede dalle foto, ogni stanza è in stile! Sicuramente la zona giorno è la stanza che preferisco, dove forse trovo più sfogo nell’insieme di dettagli e dove il camino la fa da padrone.

4)A cosa ti sei ispirata per arredare la tua casa: (riviste, facebook, internet…)
Sicuramente mi hai ispirato lo stile provenzale, che si avvicina di più al mio gusto.

5)Ed è poi tutta farina del tuo sacco o ti sei fatto aiutare da architetti?
È tutto farina del mio sacco: dalle tinteggiature delle pareti, recupero di porte, posa del parquet, ad alcuni mobili recuperati, ripatinati e modificati, altri pezzi di storia della mia famiglia, da pezzi di primi 800 a oggetti e biancheria dei bisnonni di fine 800.

6)Per la tua casa hai recuperato solo mobili ‘vecchi’ oppure li hai comprati? (Se si dove, in modo da prendere spunto)
Ho scelto ogni singolo pezzo, anche pezzi da mercatini vari…alcuni pezzi sono di Blanc Mariclò, Maisons du monde e Biscottini IAT.

6) Immagina di avere 1.000 euro a disposizione , cosa compreresti per rendere la tua casa ancora shabby?
Se avessi 1000 euro a disposizione…sicuramente le spenderei nei mercatini.

7) Un oggetto, un arredo, un complemento che non può mancare in una casa shabby
Per me in una casa shabby non possono mancare lanterne, gabbiette, come non può mancare una poltrona bergère, e tessuti naturali come il lino e il cotone.

8) Siamo giunti alla fine, saluta tutte le shabbyne, ma prima dai un voto alla tua casa
Per me la mia casa è stata una tela bianca, dove ho scelto e fatto tutto secondo il mio gusto e desiderio, anche se è sempre un work in progress… è come l’ho sempre desiderata, anche se non spetta me dare un voto.. lascio giudicare gli altri fan della pagina. Un saluto a tutti, Luca.

Se vuoi mostrare anche tu la tua casa shabby, scrivici un messaggio sulla nostra fanpage di Facebook Arredamento Shabby 🙂

Loading...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here