Advertisement

Quante volte è capitato di buttare via, regalare o abbandonare giù in cantina il divano del salone perché graffiato, consumato o apparentemente irrecuperabile. Immaginiamo tantissime: bene, è arrivato il momento di capire come restaurare un divano in legno con il fai-da-te e renderlo super shabboso. Gina, una bravissima e ingegnosa creativa, ti spiega di seguito come ha recuperato il suo sofà. (Lo ha acquistato da una ragazza su un gruppo su Fb di vendo e scambio della sua città).

Ecco come restaurare un divano in legno e renderlo shabby chic

  • Innanzitutto ha lavato per bene tutto il divanetto e ha insistito sulla seduta e sullo schienale per renderli umidi, per poi successivamente passare una mano di chalk paint (è una pittura a base gessosa) di color rosa tenue. Tra una mano e l’altra ha fatto asciugare fino a raggiungere il colore e la copertura migliore.
  • Ha lasciato asciugare per almeno un giorno intero. Dopodiché è passata a trattare la parte legnosa: l’ha scartavetrata leggermente nei punti dove la pittura esistente era saltata via e ha dato la prima mano di chalk paint rosa diluita con acqua.
  • Ha dato una paio di mani e ha fatto asciugare per un paio di ore, successivamente ha dato delle spennellate di chalk bianca opaca, ha fatto asciugare e nel mentre, con la colla a caldo, ha applicato dei cristalli nella parte trapuntata dello schienale.
  •  Infine ha sigillato il tutto con una mano di cera trasparente.

Come creare la chalk paint fai-da-te

Quando le abbiamo chiesto qualche segreto per il suo lavoro, ci ha spiegato come ha creato la chalk paint comodamente a casa sua. Questa è la sua personale ricetta: si aggiunge alla pittura (acrilica o smalto all’acqua) un po’ di gesso di Bologna (gesso usato per il restauro). Gina usa per la sua chalk 3 parti di pittura e una parte disciolta di gesso, e mescola poi con un po’ di acqua tiepida. Per stenderla un semplice pennello da pittura. E nel caso volessi realizzare i colori acrilici con il fai-da-te, puoi, basta leggere l’articolo (c’è anche un video).

Loading...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here