Advertisement

Se sei in cerca di qualcosa di veramente originale per il tuo angolo verde prendi in considerazione le pareti in legno per giardino. Le motivazioni sono varie e diverse. Innanzitutto si adattano ad ogni stile di arredo: da quello shabby a quello country, da quello provenzale a quello etnico. In secondo luogo non costano tantissimo e sono facili da reperire (nel caso in cui non le trovassi nei negozi specializzati del fai-da-te, puoi sempre provare su internet).

Perché usarle? Perché sono una soluzione veloce e pratica per delimitare le zone verdi, gli spazi del giardino, del terrazzo e similia… senza bisogno di fare lavori straordinari, di chiamare operai specializzati e di spendere una cifra che non avevi preventivato. Sono realizzate in forma modulare e possono avere fioriere, grigliati  o pannelli chiusi frangivista.  E dettaglio non da poco conto è che la pareti divisorie possono essere sia modificabili e personalizzabili.

Tra le pareti in legno per giardino quale modello scegliere?

In più non necessitano di particolare cura perché sono realizzate in legno trattato. Resistono perfettamente alle intemperie, senza mai perdere ne il colore ne la luminosità. Ma come e dove possono essere collocate le pareti in legno per giardino? In primis per delimitare la zona pranzo da quella relax: in tal caso sarebbe più giusto optare per la pareti frangivista. Separano ma non celano, e poi dividono con stile ed eleganza. Difatti non sarà difficile abbinare gli arredi e di complementi d’arredo.

Sopratutto se la tua filosofia di vita si basa sul fai-da-te, sul riciclo e sul recupero creativo. Nulla vieta, ad esempio che accanto alla parete frangivista puoi costruire con i pallet delle meravigliose fioriere oppure dei singolari divani. (Se il tuo problema è il materasso, niente paura, vai all’IKEA e troverai ciò che cerchi). Nel caso in cui volessi delimitare la proprietà del tuo giardino o anche del tuo balcone, allora sarebbe preferibile che tu usassi le pareti a grigliati e fioriere.

Le pareti in legno possono essere realizzate in pino trattato, in legno teak, in legno d’abete… e possono essere usate non solo per dividere gli spazi, ma anche per isolare le pareti in muratura. Perché, come abbiamo più volte sottolineato, il legno è un ottimo conduttore: in inverno isola dal freddo, in estate isola dal caldo. Quello su cui bisogna stare attenti sono i colori: se si parla di stile shabby assolutamente si al total white e al tortora, se si parla di stile provenzale canna da zucchero e glicine in pole position, per lo stile country e simili opta per il legno grezzo. Ma sempre trattato.

Quanto costano e come si vendono?

Il prezzo non è assolutamente fuori portata. Le pareti in legno, avendo varie misurazioni, e presentandosi in diversi modelli e fatture, possono costare anche 100 euro a parete. Se invece opti per le listelle o le doghe in legno, il prezzo può essere più basso, (ma dipende sempre da quale materiale scegli) si parte comunque dai 0,90 centesimi a salire. Però c’è poi la costruzione della parete… quindi prima di comprare fai bene i tuoi calcoli! Vuoi un suggerimento carino? Arreda il tuo giardino con i bancali, e se non lo fai non sai cosa ti perdi!!!

Loading...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here